Co-nnessioni tra i coworkers:
Intervista a Laura ed Alberto

Nome:

Laura

Professione:

viaggiatrice imprenditrice o imprenditrice viaggiatrice

Anni 46
Città(dina) di provenienza

Bedford UK

Laura in un tweet ( 140 caratteri!)

Crazy, happy, stressed …In perpetuo movimento ma sempre felice di cominciare ogni nuovo giorno!

Chi è il tuo cliente tipo?

Non saprei, i clienti MISCI DESIGN sono sempre diversi, esigenti, ma è questo che ci spinge ad essere sempre molto creativi.

Perché Warehouse?

Perche c’e vita ! un whirlwind di idee !

Con che mezzo ti muovi per arrivare a Warehouse? Macchina…la mia poi apparteneva a Paperinik J !

paperinik-300x219

In che spazio, dentro Wh, incontri di solito Alberto

Zona caffe!!! Adesso che mi ci fai pensare. ..Tipo… ”camera cafe’ “ Luca e Paolo, …forse gli somigliamo un po’ !!!

La cosa più divertente che ti ha detto Alberto

Alberto is funny all the time!!! Gli sorridono perfino gli occhi !!

La connessione professionale con Alberto si è attivata per

Tradurre ..pensare..  riflettere…

Laura, tu sei bilingue italiano-inglese, eppure ti sei rivolta ad Alberto: A ciascuno il suo mestiere”?

Si . In un coworking le capacita di ciascuno vengono  valorizzate e soprattutto si trovano tanti  modi di usare e di condividere i propri talenti. A positive sharing process ! Il coworking non è solo una condivisione di spazi ma anche e soprattutto la condivisione di conoscenze e know how il che rende tutti noi decisamente più ricchi ! A volte la condivisione e la collaborazione nelle aziende e tra professionisti viene considerata come un pericolo, ma invece è sicuramente uno strumento che ci rende più forti gli uni delle competenze degli altri e capaci di superare qualunque sfida anche e soprattutto nei momenti di difficoltà. So ..carry on coworking!

Invia di sotto in Open Space un messaggio ad Alberto :

Continua cosi Rudolf (il riferimento è alla renna di Babbo Natale, è una gag tra di noi iniziata a Natale! Scherzi a parte.. …Way to go ! Keep smiling ..sempre !

Contatto di Laura Misci
Info@misci.ithttp://testdb.warehouse.marche.it/community/

 

Nome:

Alberto

Professione:

Traduttore e interprete

 AnniVado per 38
Città(dina) di provenienza

Fano

Alberto in un tweet ( 140 caratteri)

Vorrei assecondare la mia indole pigra, ma mi costerebbe troppa fatica

Chi è il tuo cliente tipo?

Piuttosto che con clienti diretti, preferisco lavorare con agenzie di traduzione: a loro la ricerca e la gestione dei rapporti con i clienti, a me la traduzione.

Perché Warehouse?

Inizialmente è stata una questione di curiosità: qualche buon amico ne frequentava gli spazi e me ne aveva parlato molto bene. La qualità dell’ambiente, la gradevolezza dei rapporti umani e le tante iniziative interessanti sono ciò che mi spinge a continuare a tornarci.

Con che mezzo ti muovi per arrivare a Warehouse?

Abitando accanto alla stazione di Fano, mi stuzzicava la possibilità di muovermi in treno, ma dalla stazione di Marotta a WH sono 2 km, che a piedi richiedono un po’ di tempo. Così mi è balenata l’idea di portarmi la bici, che come ormai saprete (ho fatto a tutti una testa così) nelle Marche “prende il treno” gratuitamente. Temevo che l’inverno mi avrebbe costretto a passare all’auto, ma di fatto è stato abbastanza clemente e sono dovuto ricorrere alle quattro ruote due o tre volte in tutto.

In che spazio, dentro Wh, incontri di solito LauraLaura è sempre di sopra che lavora, chi la incontra mai? Scherzi a parte, capita di beccarsi nella zona bar, quando è di passaggio o scende a fare quattro chiacchiere.
La cosa più divertente che ti ha detto Laura

Mi ha raccontato che è molto mattiniera e ama fare colazione al bar, ma in certi orari ci incontra solo delle “professioniste” non proprio da coworking che staccano dal turno di notte: per questo va a fare colazione in autogrill! Ma si potrà?

La connessione professionale con Laura si è attivata per…

Le serviva la traduzione di un contratto ma non aveva tempo per occuparsene in prima persona, così ha pensato a me.

Alberto, laura è bilingue italiano inglese eppure si è rivolta a te: “ A ciascuno il suo mestiere”?

Premetto che Laura, avesse avuto tempo, sarebbe stata in grado di tradursi il contratto da sola . “A ciascuno il suo mestiere” sì, sono d’accordo, ma senza snobismi nei confronti di chi ha saputo maturare determinate competenze in un settore specifico, nel suo caso quello del design e della progettazione. In un coworking possono nascere collaborazioni di valore e qualità: dall’incontro fra professionalità valide non possono che nascere prodotti di alto livello (del resto, come diceva una mia vecchia zia quando commentavamo favorevolmente un piatto da lei cucinato: “È bon sì! È fat sa la roba bona!”).

Invia all’Ufficio 3 di sopra un messaggio a LauraLaura, you’re needed downstairs to have a cup of coffee and chew the fat!  
Contatto di Alberto Rondina
alberto.rondina@gmail.com
skype: albertorondinahttp://testdb.warehouse.marche.it/community