Warehouse Hub. Abbiamo fatto un’Impresa Nuova. A vocazione Sociale

Abbiamo fatto un’impresa Nuova.

Warehouse compirà quest’anno, a settembre, 6 anni di attività.

Da tempo abbiamo maturato la consapevolezza che Warehouse non sia più un progetto solo di chi lo ha fondato – Laura Sgreccia e Ronnie Garattoni – ma anche di quanti ogni giorno lo animano di relazioni, idee e competenze. Questa consapevolezza ha innescato il desiderio di aprirlo ulteriormente, sperimentando nuovi modelli di governance, con l’obiettivo di continuare a costruire progettualità sempre nuove attorno a questi legami.

Un’organizzazione innovativa a vocazione sociale

Per questo abbiamo dato vita a una nuova entità e allargato la sua governance. Oggi Warehouse è diventata ufficialmente un’organizzazione innovativa a vocazione sociale (Warehouse Hub s.r.l.).

Innovativa perché ha come oggetto sociale la produzione di servizi innovativi finalizzati allo sviluppo dell’innovazione sociale, digitale, organizzativa di imprese, enti non profit e enti pubblici.

A vocazione sociale, perché il nostro lavoro ha e vuole avere un impatto sociale sempre più significativo. La nostra mission è di sviluppare nuove idee per rispondere a bisogni sociali emergenti, legati alle mutate dinamiche del mondo del lavoro. Lo faremo supportando i giovani nella delicata fase di ingresso nel mondo del lavoro attraverso azioni di formazione e mentoring per lo sviluppo dell’imprenditorialità e delle competenze trasversali, e al tempo stesso, affiancando le organizzazioni, profit e non profit, che vogliono incrementare il loro impatto sociale ad innovare competenze, processi, strumenti.

Una governance aperta e orizzontale

In questa Impresa Nuova abbiamo coinvolto persone nuove. Ai fondatori Laura Sgreccia e Ronnie Garattoni si affiancano nel team di management Fabio Colombo e Simone Moriconi, due professionisti che da anni frequentano il nostro spazio e sono attivi nei nostri progetti.

Fabio è un sociologo esperto di innovazione sociale e comunicazione sociale; Simone lavora da anni nel marketing e nella comunicazione d’impresa.

La formalizzazione del coinvolgimento di Fabio e Simone è indicativa dei processi di governance che la nuova organizzazione estende a tutte le persone e professionalità che frequentano lo spazio: ciascuno/a con le sue competenze può apportare contributi, proporre progetti, partecipare alla governance del progetto.

Un modello aperto e partecipato che vuole essere esso stesso un campo di innovazione sociale: le idee sono migliori se a produrle è un’intelligenza collettiva. Warehouse è il contesto ideale per sperimentare nuovo modelli organizzativi, dove dall’informalità delle relazioni nascono progetti concreti e innovativi.

Da coworking a Hub

D’altra parte, Warehouse è stato sin dal principio molto più di un semplice coworking. La possibilità di condividere uno spazio di lavoro e le sue risorse (scrivanie, wifi, stampante, caffè, pranzi, ecc.) è soltanto uno degli aspetti di ciò che siamo stati e che siamo.

Ci è sempre premuto lavorare attivamente sul coinvolgimento della community, per dare a chi ci frequenta la possibilità di conoscere gli altri, mettere in circolo le proprie competenze, trovare occasioni di collaborazione e intraprendere progetti condivisi. Ecco perché da un po’ di tempo preferiamo chiamare Warehouse un hub creativo, anziché un coworking.

“Generiamo valore dalle relazioni” è il nostro motto, che ci accompagna e prende ancora più valore in questa transizione.

Le nostre aree di lavoro

Come si traduce tutto questo in azioni e servizi? La nuova impresa è strutturata in cinque aree di lavoro, che gradualmente svilupperemo e presenteremo più nel dettaglio. Eccole.

Area Coworking: mettiamo a disposizione di partite Iva e professionisti un ambiente di lavoro ideale e una dimensione di socialità benefica per il proprio sviluppo professionale e personale, fornendo occasioni di confronto e di crescita, ma anche di svago e networking.

Area Giovani e Lavoro: aiutiamo i progetti d’impresa sul nascere a strutturarsi e diventare sostenibili, guidandoli nelle prime fasi di sviluppo dell’idea; favoriamo l’occupabilità dei giovani mediante lo sviluppo di competenze trasversali e incontri di orientamento.

Area Education: in partnership con Scuole e Università sviluppiamo percorsi formativi basati su metodologie innovative come il project work e il cooperative learning contribuendo a divulgare una nuova “cultura” del lavoro e a sviluppare l’imprenditorialità e le competenze trasversali dei più giovani.

Area Imprese: accompagniamo le aziende in processi di innovazione tecnologica, digitale, e puntiamo a diventare un centro ospitante (e abilitante) per lo smart working.

Area Non Profit: aiutiamo cooperative, associazioni e imprese sociali ad incrementare il proprio impatto sociale migliorando le performance organizzative, di marketing e di comunicazione sociale mediante azioni di formazione e consulenza personalizzata.

Il nostro network

Tutto questo non lo facciamo da soli. Continuiamo a impegnarci per essere presenti e attivi in network nazionali, nella community dei coworking indipendenti Espresso Coworking  per esempio,  e internazionali, partecipando attivamente al Network Europeo degli Hub Creativi (European Creative Hub Network).

Un’impresa Nuova, quindi, ma fino a un certo punto. Un’evoluzione e una formalizzazione di quello che già eravamo e sempre più vogliamo essere: un punto di riferimento sul territorio per i professionisti, per i giovani in cerca di formazione e orientamento nel lavoro e per le organizzazioni che vogliono supportarli e crescere con noi. Insieme possiamo produrre una società e un’economia capaci di innovarsi a partire dalle relazioni sociali, vero motore di benessere e di cambiamento

About Laura Sgreccia

Laura Sgreccia has created 28 entries.