[:it]18.11.2015 @ 18.00/22.00 – COSA COMUNICANO LE MIE IMMAGINI?[:]

[:it]

Breve viaggio nel processo proiettivo della fotografia

Dettagli

Data:  18 Novembre 2015
Orario: 18.00 – 22.00
Evento concluso

Costo: € 60 iva inclusa

  • Il seminario è volto a far conoscere e soprattutto sperimentare il processo proiettivo che si attua durante la visione di una fotografia.  Quando si guarda un’immagine (scatta da noi o da altri) infatti, ciò che si vede è il frutto di scelte dettate da un insieme di valori e fattori del tutto personali da noi “riconosciuti” in quella realtà. Per chi usa e lavora con le fotografie è fondamentale conoscere questo “meccanismo” che è certamente  fra i più affascinanti ed importanti di cui tenere conto quando si osserva, si scatta, si sceglie una fotografia per comunicare un qualsiasi concetto.  Il seminario proverà a trovare più concrete risposte alla delicata domanda: “Riesco davvero ad esprimere agli altri ciò che vorrei comunicare con questa fotografia?”.Descrizione ContenutiIl seminario prevede una parte teorica ed una pratica durante cui ci si servirà anche di materiale proprio.Nella prima parte si cercherà di capire come il processo proiettivo della fotografia agisce, come viene sfruttato in vari ambiti e discipline e con che scopi e/o risultati; durante la parte pratica invece attraverso alcune prove, si sperimenterà in prima persona il processo. Lo scambio che il gruppo di lavoro sarà in grado di offrire ai suoi partecipanti costituirà parte integrante del lavoro.

    Destinatari:

    Il seminario è rivolto agli operatori impegnati a vario titolo nell’ambito della comunicazione e della fotografia; agli artisti che usano la fotografia; a persone che non sanno fotografare ma che abbiano interesse verso l’esperienza della fotografia in senso ampio; operatori impegnati in ambito didattico o sociale che utilizzano o che vogliano sperimentare l’utilizzo della fotografia nelle loro attività laboratoriali.

    Il seminario è inoltre rivolto a psicoterapeuti, psicologi ed arte-terapeuti che vogliano saperne di più sulle proprietà della fotografia utilizzate anche nelle odierne tecniche di Fototerapia.

    Competenze trasferite: 

    Maggior consapevolezza e primo approccio alle “regole” profonde che rendono la fotografia il mezzo di comunicazione  più efficace e diffuso del nostro tempo. Conseguente possibilità di traslare tali conoscenze ai proprio ambiti d’intervento professionale e di iniziare a osservare e riconoscere tali “regole” nelle proprie attività creative personali.

    • numero iscrizioni max.: 15
    • numero iscrizioni min.: 8

    DURATA: 

    18:00-22.00   4 ore

    COSTO*: 60 Euro

    Sconto del 15% per coworkers di Warehouse e possessori della Community Card

    Docente: Simona Guerra

  • Docente Simona Guerra

Da più di quindici anni Simona Guerra ha trasformato la sua passione per la Fotografia in una professione per cui è riconosciuta a livello nazionale.

Laureata presso l’Università di Bologna, dove ha studiato fotografia con Italo Zannier, è esperta di ordinamento, conservazione e valorizzazione di fondi fotografici ed ha collaborato nel tempo con alcune tra le maggiori istituzioni italiane del settore tra cui l’archivio ‘Fratelli Alinari’ e l’archivio ‘Mario Giacomelli’.

E’ inoltre curatrice di mostre ed eventi dedicati e tiene seminari e lezioni sul linguaggio fotografico presso la Scuola Pubblica e in numerose istituzioni private italiane.

Assieme a Lisa Calabrese è curatrice dell’evento annuale “Giornate di fotografia” (nelle Marche) ed ideatrice e promotrice della Rete Fotografica Marche.

E’ autrice di alcune pubblicazioni sulla fotografia tra cui le biografie “Mario Giacomelli. La mia vita intera” e “Mario Dondero” (per Bruno Mondadori) “Cesare Colombo con Simona Guerra. La Camera del tempo” (per Contrasto) ; il romanzo “Bianco e oscuro. Storia di panico e fotografia” (con fotografie di Giovanni Marrozzini; per PostCart

evento concluso

[:]